Israeli and Palestinian Flags

 

FAQ – traduzione italiana

 

1)Potrei avere una breve spiegazione di cos’è la Confederazione Israelo-Palestinese?
 
In sintesi, la Confederazione Israelo-Palestinese è un terzo governo per entrambi i popoli israeliano e palestinese. Una Confederazione non dissolve i governi israeliano o palestinese. Questi resteranno i governi dei popoli israeliano e palestinese. Popoli e istituzioni israeliane e palestinesi resteranno soggetti alla giurisdizione e alle leggi dei rispettivi governi.

Tuttavia, la Confederazione è un terzo governo indipendente che rappresenta entrambi i popoli israeliano e palestinese assieme.

Secondo la costituzione della Confederazione israelo-palestinese ci saranno 300 membri del Parlamento che rappresentano rispettivamente 300 distretti dell’intera area di Israele, West Bank e Gaza.

In quanto ai 300 rappresentanti, una proposta di legge per divenire tale, deve ottenere che il 55% dei membri israeliani e il 55% di quelli palestinesi votino “Sì”.

I rispettivi governi israeliano e palestinese hanno potere di veto sulla proposta di legge. Se applicano questo potere di veto, la proposta di legge non diventa legge. Se il diritto di veto viene respinto, la proposta diventa legge.

Vi suggeriamo di prendere visone dell’intera versione della Costituzione, disponibile sul nostro sito web.


2)Chi può votare per la Confederazione Israelo-palestinese?

In accordo con la Costituzione della Confederazione israeliano-palestinese, le votazioni avverranno dentro lo stato di Israele e dentro la Palestina. Per essere ammessa al voto, una persona deve essere cittadino israeliano o palestinese, ed aver compiuto i diciotto anni d’età. Colui/colei che vota deve essere al momento delle elezioni un abitante di Israele o della Palestina, ed essere fisicamente presente in Israele o Palestina al momento del voto.


3)Qual’è la collocazione geografica della Confederazione Israelo-Palestinese?

La collocazione geografica della Confederazione Israelo-Palestinese è l’intero stato di Israele (comprese le alture del Golan), il West Bank e la striscia di Gaza.


4)Chi può essere eletto al Parlamento della Confederazione Israelo-Palestinese?

Per essere eletto come membro del Parlamento è necessario che una persona abbia almeno 21 anni, e che almeno da 180 giorni prima delle elezioni sia residente nel distretto presso il quale si candida.


5)Chi può essere eletto come Presidente o Vicepresidente della Confederazione Israelo-palestinese?

Il Presidente e il Vicepresidente devono essere cittadini israeliani e palestinesi, ed aver compiuto i 35 anni d’età. Il Presidente sta in carica per due anni, e ruota con il Vicepresidente per ulteriori due anni.

Se il Presidente è palestinese, il vicepresidente deve essere israeliano. La persona che ottiene più voti sarà il primo Presidente. Colui che, di differente cittadinanza dal Presidente, ottenga il secondo miglior risultato elettorale, sarà il Vicepresidente. Entrambi devono essere residenti in Israele o Palestina da almeno 180 giorni prima della data delle elezioni.


6)Cosa succede se i governi israeliano o palestinese obiettano alle elezioni?

La Confederazione israelo-palestinese è un'entità indipendente. Non è esclusivamente israeliana o palestinese. È un terzo governo comprensivo di israeliani e Palestinesi insieme. Non intendiamo sostituirci o soppiantare i governi israeliano o palestinese. Riteniamo che il nostro potere politico dipenderà direttamente dal supporto popolare locale ed internazionale. Se saremo capaci di raggiungere il voto e la partecipazione sia degli israeliani che dei palestinesi, e di ottenere il supporto internazionale, saremo capaci approvare leggi di importante natura. Siamo convinti che i governi israeliano e palestinese saranno in grado di comprendere il grande servizio e l’opportunità che possiamo fornire alla loro gente, e nell’eventualità sosterranno il nostro governo.


7)Cosa succede se i governi israeliano e palestinese ignorano i risultati?

I governi israeliano e palestinese non potranno ignorare i risultati se noi otteniamo un sostanziale supporto popolare. Nel caso in cui otteniamo l’appoggio dai Palestinesi, dagli israeliani e dalla comunità internazionale, quei governi dovranno seriamente prendere in considerazione le opzioni che proponiamo. Una delle domande che si sentirebbero rivolgere è: “qual’è la tua posizione sul governo della confederazione israelo-palestinese che si sta creando?”. Un governo responsabile non potrebbe, in tutta coscienza, ignorare la soluzione della Confederazione israelo-palestinese ed affermare allo stesso tempo di non lasciare nulla d’intentato nella ricerca della pace.


8)Come pensate di prevenire i brogli nelle elezioni?

Non ci aspettiamo che molte persone vogliano influenzare i risultati da una parte o dall’altra. Qualcuno potrebbe voler evitare del tutto le elezioni. Abbiamo creato molteplici e diversificati livelli di sicurezza per prevenire la pirateria informatica o altre azioni dolose nei confronti dei nostri server.

Utilizziamo diversi metodi, quali l’intervista per corrispondenza o per telefono e controlli di persona per avere la certezza che le coloro che si registrano come candidati e come elettori ci forniscano informazioni valide. L’idea del voto online è stata accolta da molte nazioni e Stati, così come da corporazioni multinazionali nel mondo. Neppure la modalità di voto convenzionale è sicura al 100%. Siamo fiduciosi che il nostro sistema sarà altrettanto sicuro e possibilmente ancora più sicuro della modalità di voto tradizionale.


9)Ci sarà lo stesso numero di membri del Parlamento israeliani e palestinesi?

Il numero totale di distretti palestinesi e di membri del Parlamento previsti per le elezioni del 12 dicembre 2010 sarà approssimativamente 107, basato su una popolazione palestinese di circa 4 milioni di persone. Il numero totale dei distretti e dei membri del Parlamento israeliani sarà di circa 193, basato su una popolazione approssimativa di 7.5 milioni di israeliani. Abbiamo utilizzato i numeri fornitici dagli uffici di statistica israeliani e palestinesi. Queste cifre possono lievemente cambiare nel caso di uno spostamento della rappresentanza proporzionale della popolazione. E’ comunque importante comprendere che, in merito al far promuovere una legge, il numero totale dei distretti palestinesi o israeliani, è irrilevante. Quello che è importante sapere è che su una proposta di legge il 55% dei membri del Parlamento palestinesi e il 55% degli israeliani hanno votato “Si”, in modo tale che, seppure gli israeliani hanno più rappresentanti, non potranno promuovere legislazioni senza il consenso di almeno il 55% dei membri palestinesi del Parlamento. Il numero dei rappresentanti israeliani e palestinesi è soggetto a cambiamenti futuri, in base all’aumento totale della popolazione da entrambi le parti.


10)Dove si incontreranno i membri del Parlamento, e come discuteranno e voteranno le proposte di legge?
Inizialmente, il Parlamento e l’intera Confederazione discuteranno e si incontreranno attraverso internet. Riteniamo che Internet permetta di superare gli ostacoli legati ai spostamenti e ai limiti di tempo che i membri del Parlamento possano incontrare. Oltre a ciò, la discussione e il voto saranno completamente trasparenti. Il mondo intero sarà in grado di seguire la discussione e il modo in cui ogni parlamentare voterà.


11)I membri del Parlamento e della Confederazione riceveranno un compenso?

Inizialmente, nessuno dei membri del Parlamento e della Confederazione riceverà alcun compenso. Tuttavia, se la Confederazione fosse capace di ottenere finanziamenti sufficienti a garantire un compenso ai propri membri, i membri del Parlamento possono scegliere di votare in favore del pagamento di un compenso ai membri della Confederazione.


12)Un israeliano potrebbe votare per un palestinese, o un palestinese per un israeliano?

L’elezione è basata su distretti. Una persona potrà votare per ogni candidato del suo distretto, senza distinzione della nazionalità del candidato.


13)E se un distretto comprende sia cittadini israeliani e palestinesi?

Una persona potrà votare per ogni candidato del suo distretto, senza distinzione della nazionalità del candidato.


14)Israeliani o palestinesi residenti fuori di Israele o della Palestina possono votare?

No. Per votare una persona deve essere Cittadino della Palestina o di Israele e deve risiedere nel distretto da almeno 6 mesi.


15)Una persona può concorrere contemporaneamente, per il ruolo di Presidente e di membro della Confederazione?

Sì, ma se viene eletto al Parlamento e come Presidente o Vicepresidente, dovrà effettuare una scelta. Non può ricoprire contemporaneamente il ruolo di membro del Parlamento e di Presidente o Vicepresidente.


16)Perché una Confederazione dovrebbe riuscire nel processo di pace quando i governi israeliano e palestinese non ci sono riusciti?

Approccio corrente: i governi israeliano e palestinese si trattano l'un l'altro come avversari.

Approccio della Confederazione Israelo-Palestinese (IPC ):

noi siamo un governo indipendente per palestinesi ed israeliani insieme. Noi dobbiamo risolvere i problemi in un modo che sia accettabile ad ambo le parti.

Approccio corrente: i governi israeliani e palestinesi dedicano una frazione del loro tempo al problema della pace.

Approccio della Confederazione Israelo-Palestinese (IPC ):

il governo della IPC dedicherà il 100% del suo tempo a trattare il problema della pace.

Approccio corrente: entrambi i governi israeliano e palestinese hanno compiti duplici e qualche volta contraddittori. Molte volte quei governi devono placare i loro componenti che richiedono che il loro governo sia "accanito" verso l'altro lato, rendendo difficile per quei governi lavorare per la pace ed essere “accanito” contro ogni altro allo stesso tempo.

 Approccio della Confederazione Israelo-Palestinese (IPC ):
i membri costitutivi della IPC sono palestinesi ed israeliani che richiedono solamente una cosa: Pace. Noi non abbiamo compiti duplici o contraddittori.

Approccio corrente: molte volte i negoziati tra i governi israeliano e palestinese sono di per sé un catalizzatore di violenza. La violenza è frequentemente usata per fuorviare negoziati ed accordi tra questi governi.

Approccio della Confederazione Israelo-Palestinese (IPC ):le sessioni legislative dell’IPC si svolgono giornalmente. Gli incontri e le votazioni saranno per lo più progressivi e semplificati. Con ogni probabilità, non verranno trattate questioni definitive in un’unica volta, quindi non si susciteranno tentativi di fuorviarle. Le questioni definitive verranno risolte in maniera progressiva.




17)Come può la Confederazione israelo-palestinese risolvere argomenti difficili, come l’occupazione, Gerusalemme, i rifugiati, il terrorismo?

Non sappiamo come il Parlamento della Confederazione sceglierà di affrontare questi argomenti. Quello che sappiamo è che la Confederazione disporrà di strumenti certi che mai sono stati disponibili ad entrambi i governi israeliano o palestinese. Questi strumenti incrementeranno la possibilità che la Confederazione israelo-palestinese affronti questi argomenti e li risolva.
1. Obiettività - Siccome IPG è un governo indipendente per i palestinesi e gli israeliani insieme, viene designato per la soluzione di argomenti in un modo che porti giovamento ad entrambi i popoli e non soltanto ad una parte. Tale che le loro idee per la soluzione devono essere accettabili da entrambe le parti.

2. Sostenibilità – IPC è designata esclusivamente a negoziare e a raggiungere un accordo tra i parlamentari membri. IPC non ha fini diversi dal discutere questi argomenti quotidianamente e risolverli in modo pacifico. Il solo obiettivo di IPC è creare pace.

3. Flessibilità – Poiché IPG è un governo indipendente per entrambi israeliani e palestinesi insieme, ha una maggiore flessibilità nel suggerire soluzioni innovative o parziali, che non siano state suggerire separatamente dai governi palestinese ed israeliano.

4. Accessibilità – Poiché IPC è fatta di palestinesi e israeliani insieme, essa avrà un maggior accesso a governi e persone che sono state finora rifiutate, da una parte o dall’altra, o da entrambe.


18)Se non ho fiducia in loro, come posso starci nello stesso governo?

Il governo della Confederazione è creato in modo tale che la cooperazione di entrambe le parti sia essenziale. Abbiamo creato molteplici livelli di controllo ed equilibri così che una parte non possa approfittarsi dell’altra. Questo sistema di governance richiede la cooperazione di entrambe le parti. Senza cooperazione, nulla viene fatto. Per esempio, per approvare una legge, è necessario che almeno il 55% dei membri del Parlamento palestinesi e almeno il 55% israeliani votino “Sì” alla stessa proposta di legge. Se entrambe le parti non sono d’accordo con la legge, questa non può essere approvata. Successivamente, viene concessa ai capi di stato israeliani e palestinesi e al Parlamento una opportunità di esercitare il proprio diritto di veto nei confronti della legge. Nel caso qualcuno eserciti il proprio diritto di veto, la proposta di legge non viene approvata. Ci sono molti altri esempi che potremmo citare per dimostrare come il nostro atto costitutivo promuova controlli ed equilibri. Siete pregati di leggere per intero il nostro atto costitutivo. Vi accorgerete di quanto siamo stati sensibili all’argomento della parità e della cooperazione.


19)E’ giusto che una Confederazione prenda ordini da gente di fuori?

Attraverso la storia e via via fino ad oggi, persone, governi ed altre entità hanno tentato di influenzare gli eventi in questa regione.

In effetti, la creazione dello Stato di Israele fu concepita fuori della regione. Il conflitto israelo-palestinese ha assunto proporzioni mondiali. Gente in tutto il mondo è toccata da questo conflitto. Quotidianamente di discute e si scrive su questo conflitto in tutto il mondo. Israeliani e palestinesi sono sparsi ovunque nel mondo, ed hanno forti legami emotivi, politici ed economici con la regione.

Governi e individui privati fanno costantemente pressioni impegnandosi ad influenzare le decisioni che riguardano l’area.

I Governi israeliano e palestinese hanno fallito per decenni nel raggiungere una soluzione, e in molti casi hanno reso peggiore la situazione. La nostra organizzazione è composta da israeliani, palestinesi e persone di diverse provenienze e religioni. Riteniamo che talvolta un sicuro e ragionevole approccio al conflitto sia migliore se visto dall’esterno. Israeliani e palestinesi sono fagocitati dal conflitto, e molto spesso è arduo considerare le cose obiettivamente. Siamo fieri di poter suggerire un meccanismo che aiuti a risolvere il conflitto.

20)Chi è considerato cittadino palestinese?
E’ cittadino palestinese chiunque venga riconosciuto cittadino palestinese dalla legge palestinese.


21)Chi è considerato cittadino israeliano?

E’ cittadino israeliano chiunque venga riconosciuto cittadino israeliano dalla legge israeliana.


22)L’Atto Costitutivo può essere cambiato?

Sì. Il Parlamento della Confederazione israelo-palestinese può emendare l’Atto Costitutivo, a condizione che l’emendamento proposto sia stato approvato dai membri palestinesi ed israeliani, come detto sopra.


23)Cosa posso fare per dare un aiuto?

Se sei un abitante dell’area e sei un Cittadino di Israele o Palestina, puoi registrarti per votare e hai la possibilità di registrarti per concorrere al Parlamento o per la carica di Presidente.

Se invece risiedi fuori Israele o Palestina, puoi incoraggiare coloro che conosci in Israele o in Palestina a registrarsi per votare e per concorrere alla carica di Presidente o Vicepresidente.

Informati bene sull’argomento. Leggi tutto il nostro materiale. Noi riteniamo che più leggi, più l’idea della Confederazione diviene affascinante.

Senza distinzione riguardo il luogo in cui risiedi, noi abbiamo bisogno di supporto finanziario. Puoi effettuare la tua donazione online. Vai alla nostra “pagina donazioni” e contribuisci a realizzare una impresa storica.

Translation made available by:
Marina Del Monte
Email: marinadelmonte@tiscali.it

.

 
Sign up for our Email Newsletter
Privacy
Sign up for our Email Newsletter